Il Monferrato

Tu sei qui

Un territorio capace di fermare il tempo. Un territorio dove la tranquillità ha un sapore e un colore unici.

È questa una delle sensazioni che si ha vagando per il Monferrato circondati dal suo strepitoso paesaggio. Dall’alto delle colline del territorio è possibile godere di un panorama eccezionale, fatto di quadri meravigliosi capaci di cambiare col passare delle stagioni e di volta in volta risplendere vestendosi di colori sempre diversi. D’inverno il paesaggio è unico; la brina e talvolta la neve uniformano il panorama, calando sul territorio un velo di tranquillità e silenzio che cristallizza la realtà. In primavera i quadri paesaggistici si colorano di “variopinto” e di quel verde brillante che risveglia i sensi, mentre in estate protagonista è il biondo grano, quella tinta che cosparge d’oro le colline facendole brillare sotto il caldo sole di luglio. E poi c’è l’autunno, la stagione forse più affascinante che, coi suoi colori caldi e profondi, riscalda animi e pensieri.

Questi sono i quadri che offre il paesaggio del Monferrato. Ma a differenza dei quadri nei musei, quelli monferrini sono quadri vivi. Sono quadri che respirano grazie ai numerosi boschi che si alternano alle vigne e ai castelli e grazie alle persone che nel Monferrato vivono e lavorano; sono quadri che vivono grazie alla storia del territorio, alle opere d’arte, alle leggende che lo animano e ai turisti e ai viaggiatori che, come voi, vorranno visitarlo, esplorarlo per scoprire, conoscere, imparare e tessere le proprie Trame di Monferrato.

Il Monferrato è una porzione di territorio piemontese compresa principalmente nelle provincie di Alessandria e Asti. Il suo territorio è comunemente distinto in tre macroaree: il Basso Monferrato, delimitato dai corsi dei fiumi Po e Tanaro, con città di riferimento Casale Monferrato; l’Alto Monferrato, che si estende verso sud a partire dalla Val Bormida fino all’Appennino Ligure e il cui centro principale è Acqui Terme; il Monferrato astigiano, delimitato a sud dalla valle del fiume Belbo e ad ovest approssimativamente dal percorso del torrente Versa, il cui centro principale è la città di Asti.

La posizione di questo territorio è da considerarsi strategica in quanto risulta essere baricentrica rispetto alle città del triangolo industriale Milano, Torino e Genova.

COME ARRIVARE IN AUTO NEL BASSO MONFERRATO:

  • da Milano con autostrada A4 (Milano-Torino) in direzione Torino, quindi A26 in direzione Genova Voltri, uscita Casale Sud o Casale Nord;
  • da Torino con autostrada A4 (Torino-Milano) in direzione Milano, quindi A26 (Gravellona Toce-Genova Voltri) in direzione Alessandria / Genova, uscita Casale Sud o Casale Nord;
  • da Genova con autostrada A10 (Genova-Ventimiglia) in direzione Ventimiglia, quindi A26 (Genova Voltri-Gravellona Toce) in direzione Alessandria / Gravellona Toce, uscita Casale Sud o Casale Nord;

COME ARRIVARE IN AEREO:

  • Milano Malpensa: aeroporto internazionale a circa 1,5 ore di distanza dal Monferrato. 
  • Milano Linate: aeroporto internazionale a circa 1,5 ore di distanza dal Monferrato. 
  • Milano Orio al Serio: aeroporto internazionale a circa 2,5 ore di distanza dal Monferrato.
  • Torino Caselle: aeroporto internazionale a circa 1 ora di distanza dal Monferrato.
  • Genova Cristoforo Colombo: aeroporto internazionale a circa 1 ora di distanza dal Monferrato.