Conosci le vigne

Tu sei qui

Et però credo che molta felicità sia agli homini che nascono dove si trovano i vini buoni.

Leonardo da Vinci (1452 – 1519)

 

Se si vuole tentare di raccontare in modo autentico il Monferrato, uno dei modi più efficaci per farlo è raccontare le sue vigne. I vigneti narrano una storia millenaria di agricoltura, vinificazione e tradizioni che hanno plasmato questo territorio e che ancora oggi lo fanno parlare.

Chi visita il Monferrato non può non rimanere meravigliato di fronte al suo paesaggio; un paesaggio che è il vero valore del territorio, un paesaggio unico nel suo genere, capace di trasformarsi nei colori e negli aspetti col passare delle stagioni, un paesaggio nel quale trovare emozioni e stati d’animo sempre diversi.

Attrici principali nella scena del paesaggio monferrino sono proprio le vigne. La loro presenza racconta la capacità dell’uomo di plasmare un territorio ma, allo stesso tempo, uno sguardo d’insieme alle colline del Monferrato, rende chiaro come i vigneti possano narrare l’attenzione e il rispetto che l’uomo ha mostrato alla natura, inserendosi in punta di piedi in un territorio che rivela oggi un estremo equilibrio ed una rara armonia tra il costruito e il non costruito, tra il naturale e l’artificiale. E sono proprio queste caratteristiche a rendere unico il paesaggio monferrino, riconosciuto Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’UNESCO nel 2014.

 

Le vigne sono testimoni della storia millenaria della regione legata alla vinificazione. Già Plinio il Vecchio ci racconta del Piemonte come di una delle aree più favorevoli per la coltivazione dei vigneti nell’antica Italia. E i vini monferrini, prodotti autentici di questa terra, sono la testimonianza di come questa storia si sia evoluta nelle tecniche e nelle tradizioni, arrivando fino ad oggi.